lunedì 26 giugno 2017

Auguri "Harry Potter (e un piccolo contest a sorpresa per voi!)

Harry Potter mi ha salvato la vita innumerevoli volte, non è un segreto per chi mi conosce bene.
Harry potter è il mio migliore amico da quando avevo 11 anni, l'unico che non mi ha mai lasciata sola.
J.K. Rowling è l'autrice che più amo e la cui saga è diventata un pezzo del mio cuore per sempre.
Per questo non potevo esimermi dallo scrivere qualche riga, oggi, che si festeggiano i 20 anni dall'uscita di Harry Potter e la Pietra Filosofale.

Per questo ho deciso, in nome della saga del mio maghetto preferito, di indurre un piccolo contest... Se non vi è possibile seguire qualcuno di questi passaggi, vi prego di scriverlo nei commenti.
Ogni passo vi farà acquistare un punto in più e quindi una possibilità in più per vincere.
Per partecipare basterà:
1. seguire la pagina facebook de Il Giornale del libro QUI
2. Iscriversi come follower al blog
3. Seguire il profilo Twitter QUI
4. Seguire il profilo Instagram QUI
5. Condividere l'articolo pubblicamente, taggando almeno 3 persone
6. Infine, lasciare un commento sotto questo articolo scrivendo cosa ha significato per voi la saga di Harry Potter.

Mi raccomando... lasciate un recapito dove contattarvi in caso di vincita!

Tra i commenti, se qualcuno verrà considerato particolarmente degno di nota, potrebbe ricevere un premio supplementare.
Tutte le risposte verranno inserite in un articolo sul sito e il vincitore estratto tramite il sito Random.org vincerà una sorpresa potteriana... un'agenda della saga!
Avete tempo una settimana, sino al 3 luglio 2017
ps. Il contest si svolgerà se ci saranno almeno 20 partecipanti


E per ricordare...

"Il signore e la signora Dursley, di Privet Drive numero 4, erano orgogliosi di poter affermare che erano perfettamente normali, e grazie tante. Erano le ultime persone al mondo da cui aspettarsi che avessero a che fare con cose strane o misteriose, perché sciocchezze del genere proprio non le approvavano.Il signor Dursley era direttore di una ditta di nome Grunnings, che fabbricava trapani. Era un uomo corpulento, nerboruto, quasi senza collo e con un grosso paio di baffi. La signora Dursley era magra, bionda e con un collo quasi due volte più lungo del normale, il che le tornava assai utile, dato che passava gran parte del tempo ad allungarlo oltre la siepe del giardino per spiare i vicini. I Dursley avevano un figlioletto di nome Dudley e secondo loro non esisteva al mondo un bambino più bello.
Possedevano tutto quel che si poteva desiderare, ma avevano anche un segreto, e il loro più grande timore era che qualcuno potesse scoprirlo. Non credevano che avrebbero potuto sopportare che qualcuno venisse a sapere dei Potter. La signora Potter era la sorella della signora Dursley, ma non si vedevano da anni. Anzi, la signora Dursley faceva addirittura finta di non avere sorelle, perché la signora Potter e quel buono a nulla del marito non avrebbero potuto essere più diversi da loro di così. I Dursley rabbrividivano al solo pensiero di quel che avrebbero detto i vicini se i Potter si fossero fatti vedere nei paraggi. Sapevano che i Potter avevano anche loro un figlio piccolo, ma non lo avevano mai visto. E il ragazzino era un’altra buona ragione per tenere i Potter a distanza: non volevano che Dudley frequentasse un bambino di quel genere.
Quando i coniugi Dursley si svegliarono, la mattina di quel martedì grigio e coperto in cui inizia la nostra storia, nel cielo nuvoloso nulla faceva presagire le cose strane e misteriose che di lì a poco sarebbero accadute in tutto il paese. Il signor Dursley scelse canticchiando la cravatta da giorno più anonima del suo guardaroba, e la signora Dursley continuò a chiacchierare ininterrottamente mentre con grande sforzo costringeva sul seggiolone Dudley che urlava a squarciagola.
Nessuno notò il grosso gufo bruno che passò con un frullo d’ali davanti alla finestra.
Alle otto e mezzo, il signor Dursley prese la sua valigetta ventiquattr’ore, sfiorò con le labbra la guancia della moglie, e tentò di dare un bacio a Dudley, ma lo mancò perché, in quel momento, in preda a un furioso capriccio, il pupo stava scagliando i suoi fiocchi d’avena contro il muro. «Piccolo monello!» commentò ridendo il signor Dursley mentre usciva di casa. Salì in macchina e percorse a marcia indietro il vialetto del numero 4.
Fu all’angolo della strada che notò le prime avvisaglie di qualcosa di strano: un gatto che leggeva una mappa. Per un attimo, il signor Dursley non si rese conto di quel che aveva visto; poi girò di scatto la testa e guardò di nuovo. C’era un gatto soriano ritto sulle zampe posteriori, all’angolo di Privet Drive, ma di mappe neanche l’ombra. Ma che diavolo aveva per la testa? La luce doveva avergli giocato qualche brutto tiro. Si stropicciò gli occhi e fissò il gatto, che gli ricambiò l’occhiata. Mentre l’auto girava l’angolo e percorreva un tratto di strada, il signor Dursley tenne d’occhio il gatto nello specchietto retrovisore. In quel momento il felino stava leggendo il cartello stradale che indicava Privet Drive. No, lo stava guardando; i gatti non sanno leggere le mappe e neanche i cartelli stradali. Il signor Dursley si riscosse da quei pensieri e allontanò il gatto dalla mente. Mentre si dirigeva in città, non pensò ad altro che al grosso ordine di trapani che sperava di ricevere quel giorno.
Ma una volta giunto ai sobborghi della città, avvenne qualcos’altro che gli fece uscire di mente i trapani. Fermo nel solito ingorgo del mattino, non poté fare a meno di notare che in giro c’erano un sacco di persone vestite in modo strano. Gente con indosso dei mantelli. Il signor Dursley non sopportava le persone che si vestivano in modo stravagante: bisognava vedere come si conciavano certi giovani! Immaginò che si trattasse di qualche stupidissima nuova moda. Mentre tamburellava con le dita sul volante, lo sguardo gli cadde su un capannello di quegli strampalati, vicinissimo a lui. Si stavano bisbigliando qualcosa tutti eccitati. Il signor Dursley sentì montargli la rabbia nel constatare che ce n’erano un paio tutt’altro che giovani. Ma che roba! Quello lì doveva essere più anziano di lui, e portava un mantello verde smeraldo! Che faccia tosta! Poi però gli venne in mente che potesse trattarsi di qualche sciocca trovata. Ma certo! Era gente che faceva una colletta per qualche motivo. Sì, doveva essere proprio così. In quella, il traffico riprese a scorrere e alcuni minuti 

più tardi il signor Dursley giunse al parcheggio della Grunnings con la mente di nuovo tutta presa dai trapani."

Release Party "I demoni di Urbino" di Pasquale Rimoli

Sono felice di partecipare a questo Release Party con tanti colleghi blogger per l'uscita de "I demoni di Urbino - la figlia del maresciallo" di Pasquale Rimoli.
Volevo ringraziare tantissimo Paola Catozza per aver organizzato questo Release Party e per avermi inserita nell'evento... nonché per il bellissimo banner. 
E un grosso in bocca al lupo all'autore e a tutti i blogger che partecipano come me al lancio del libro!

I demoni di Urbino
La figlia del maresciallo
Pasquale Rimoli
La ruota
In uscita: 26 giugno 2017
Pagine: 296
Prezzo: 12,00 € 


Trama

Un avvincente noir che racconta, attraverso l’indagine del capitano Sesti, gli aspetti “oscuri” di una città di provincia e di Giulia, la figlia del maresciallo, una ragazza tutt’altro che “semplice”.
Personaggi, vicende personali e corali trasportano il lettore nelle stradine ripide di Urbino, facendone gustare tutto il fascino di cui sono imbevute, in un mix fatto di arte, cultura, mistero e magia. Intrighi e devianze giovanili, amori puri e riti orgiastici, vite spezzate da un errore, oppure dalla tragica fatalità.
Tutto prende il via da un efferato omicidio, nella buia notte di Halloween, che devierà il corso della vita degli abitanti del borgo.

L'autore

Pasquale Rimoli, nato a Policoro, è un filologo classico, attualmente impegnato nell’insegnamento di Lingua e civiltà italiana agli immigrati nella città di Matera. Da sempre amante della lettura e della scrittura (scrive, infatti, dall’età di sedici anni), con questo suo primo romanzo corona il sogno di pubblicare un giallo. È attivo nel sociale e nel volontariato, a contatto in particolar modo con il mondo degli adolescenti. È ideatore del blog Se le poesie potessero parlare, collaboratore del blog Storia Romana e Bizantina e redattore del giornale diocesano Logos.

E ora degli estratti dal libro...

"Facendosi coraggio si alzò, determinato a rimettere ordine nella sua abitazione. Dopo aver pulito la cucina e liberato il salotto da bicchieri, bottiglie di birra e cartoni per la pizza sparsi qua e là, si preoccupò del bagno.
Così, impegnato in quelle pulizie, si chiese come avesse potuto trascurare la sua casa, soprattutto il bagno: mentre scrostava il lavandino con una spugna, immaginò quasi di vedere il rubinetto sollevarsi in verticale e ondulare a destra e sinistra al suono dell’Inno alla gioia. Non poté evitare di sorridere, di fronte a quella buffa scena partorita dalla sua immaginazione.
Sistemata anche la sua camera (troppi erano gli indumenti lasciati in maniera disordinata sulle sedie, sul letto e sul pavimento), fu il momento di rimettere in sesto se stesso. Lavato e profumato, sbarbato, si contemplò soddisfatto il volto, che godeva ora di nuova luce: gli occhi azzurri risaltavano maggiormente, con la loro chiarezza.
Era un uomo nuovo e si apriva una nuova pagina per la sua esistenza.
«Bentornato, Matteo. Bentornato!» disse al suo doppio.
Con la sola biancheria intima addosso, si diresse verso la sua stanza. Quella volta, però, si fermò al comodino, per rivolgere più di uno sguardo alla donna della foto.
«Ci sono, Sara! Sono tornato!»
Di fronte al sorriso della donna sorrise teneramente anche lui. Per evitare di sporcare con le lacrime il volto, che aveva appena pulito e curato, ripose la cornice al suo posto e continuò la sua marcia verso la nuova fase.
Entrò in camera.
Dopo un paio di minuti, si ritrovò a fissarsi allo specchio di un grande armadio a parete mentre, emozionato, si abbottonava la giacca: provava eccitazione nell’inserire ognuno di quei quattro bottoni in metallo argentato nelle rispettive asole e nello strofinare il pollice sulle decorazioni dei bottoni.
Era rimasta una sola cosa: il berretto.
Andò a recuperarlo in salotto, ma lo adagiò sui suoi capelli castani, solo, di fronte al grande specchio della sua camera. A operazione terminata, inspirò profondamente: non indossava la divisa da settimane. Era orgoglioso di se stesso. Ammirò i nastrini colorati sulla parte sinistra del petto e le tre stelle argentate sulle controspalline; passò l’indice destro lungo gli alamari fregiati sul bavero della giubba; si focalizzò sul berretto esaminando i tre galloncini argentati e bordati di nero lungo il soggolo anch’esso argentato; infine, fissò lo sguardo sulla fiamma dorata a tredici punte.
Era pronto. Il capitano Matteo Sesti stava per tornare!!"


*** 

"La Mercedes del capitano Sesti si fermò nei pressi della stazione Garibaldi, nella parte alta della città, quella custodita dalle mura. Mancavano tre quarti d’ora all’inizio del suo turno e decise di passeggiare lungo le caratteristiche stradine interne in pietra. Procedeva lentamente, come se stesse facendo quel tragitto per la prima volta, varcando i portali e, come un turista, fermandosi ad ammirarli. Erano strade che conosceva ormai a memoria, ma non lo avrebbero mai stancato: per lui ogni elemento caratteristico che riconducesse al passato era l’occasione per fare un tuffo in un’epoca antica. Immaginava i cavalieri, i cortei di nobili e dame, i giocolieri, ma anche la gente semplice, vestita con abiti caratteristici.
Quella mattina era accaduto, appena alzatosi dal letto, quando aveva rivisto l’immagine di Sara da lungo tempo, eccessivamente ma non senza ragione, partorita dalla sua mente in tutte le salse.
La vita, intanto, riprendeva a Urbino.
Le strade erano inondate di odori: il pane appena sfornato, i cornetti, il caffè… quegli odori riportavano Matteo al presente, e lui li attraversava con la consapevolezza che, in fin dei conti, niente era cambiato in sei mesi.
In quel periodo gli era capitato, sporadicamente, di camminare lungo quelle stradine e di percepire gli stessi odori senza, però, saggiarne appieno l’essenza. E non poteva essere altrimenti.
Non solo odori ma anche suoni. La gente s’incontrava, si salutava e si augurava una buona giornata. C’era chi aveva già da raccontare qualcosa avvenuto la sera precedente, chi era già al telefono alle prese con qualche problema, chi andava in bicicletta e faceva risuonare il campanello per non urtare qualche passante.
Urbino, a differenza di Matteo, non aveva dormito."


giovedì 22 giugno 2017

Recensione "Perfect 2 - l'imperfezione del cuore" di Alyson G Bailey

Finalmente l'ho finito, l'attesissimo seguito di Perfect.
Non so quanti di voi ricordano la mia recensione entusiasta del primo libro... per cui le aspettative per il secondo erano molto alte.
Nelle prime pagine mi sono tovata davanti a qualcosa che mi ha fatto sospendere la lettura e chiedermi se sarebbe stato il caso di continuare.
Gli ho dato un'altra possibilita e così mi sono trovata immersa nelle vicende di Mabry e Brad.
Brad un ragazzo rifiutato dalla famiglia, non voluto che crescendo si rifugia in scommesse sulle ragazze e rapporti occasionali senza importanza. Senza affetto ne dialogo.
Mabry che inizia la sua vita amata dai genitori, inconsapevole che sua madre soffre di una gravissima forma di depressione che la porterà alla morte. Da quel giorno anche il padre diventa come un fantasma e lei resta da sola con il suo autolesionismo.
Quando le loro vite si incontrano, Brad capisce subito che la persona che ha davanti è quella destinata a cambiargli la vita per sempre ma lei ancora restia, cerca di rifiutarlo.
Ma l'amore che c'è tra i due è innegabile e fortissimo e finiscono per intrecciare una storia d'amore.
Rimangono però i fantasmi del passato. Terribili e che appaiono insuperabili.
E quando le cose peggiorano a vista d'occhio, riuscirà l'amore a cucire ogni ferita?
Ho trovato questo romanzo davvero bello e ricco di significato.
Si parlano di argomenti molto importanti, quali l'abbandono, la depressione, il suicidio, l'autolesionismo...
La cosa che più ho amato è come l'autrice riesca a rendere perfettamente questi stati d'animo e a dare speranza.
Credo valga la pena di leggerlo non solo per la bella storia d'amore ma perché da un'importante lezione di vita.
Non voglio spoilerarvi troppo ma è il degno seguito del primo libro.
E per qualche riga, ritroviamo addirittura Noah e Amanda, perché il Brad di cui si parla era il personaggio con cui per un periodo lei si frequentava, lo ricordate?
Tutti possono cambiate, tutti possono rinascere.
Quindi leggete assolutamente questo libro e fatemi sapere cosa ne pensate!
E intanto aspettiamo il terzo...


Perfect 2. 

I nostri cuori imperfetti
Alison G Bailey
DeA Planeta Libri
Data di uscita: 20 giugno 2017
Prezzo: 14,90



Trama

Brad Johnson può avere ogni ragazza che desidera. Può sedurla e abbandonarla con la stessa facilità. Ma le cose cambiano quando incontra Marbry. Marbry è bella, intelligente, sfacciata. E misteriosa. C'è qualcosa in lei che Brad non riesce a decifrare. Qualcosa che Marbry vuole tenere segreto, a ogni costo. L'attrazione tra Brad e Marbry è immediata, irresistibile. Per la prima volta nella vita, lui si innamora perdutamente e abbassa la guardia. Eppure più Brad si avvicina, più Marbry si allontana. Perché ci sono ferite che non si cancellano, e ricordi che tornano sempre a tormentarci.

L'autrice

Alison G. Bailey è nata e cresciuta a Charleston, in South Carolina. Si è laureata in discipline dello spettacolo alla Winthrop University e durante gli studi ha scritto diverse opere teatrali che poi ha prodotto. Perfect è il suo romanzo d’esordio: entrato nella classifica dei bestseller di Amazon, è stato definito da moltissimi blog letterari come uno dei migliori libri new adult di sempre

La serie:
1. Present Perfect (Perfect)
2. Past Imperfect (Perfect 2. I nostri cuori imperfetti)
3. Presently Perfect


lunedì 19 giugno 2017

Anteprima: "La ragazza tedesca" di Armando Lucas Correa

La ragazza tedesca
Armando Lucas Correa
Casa Editrice Nord
In libreria: 22 giugno 2017
Pagine: 432
Prezzo cartaceo: 16,90 €
Prezzo e-book: 9,99 €

«Quando leggiamo della crisi degli immigrati in Europa, leggiamo numeri e cifre. Non c’è nessuna emozione, non ci sono storie di persone – persone vere. Ecco perché La ragazza tedesca è un libro così importante. È una storia sugli esseri umani.» 
Armando Lucas Correa

«Un romanzo magnifico che racconta con forza la storia di un’ingiustizia senza tempo.»
Thomas Keneally, autore di Schindler’s List


«Uno di quei romanzi che ti rimane dentro anche dopo averlo finito.
La ragazza tedesca ci restituisce un prezioso insegnamento:
non perdere la speranza nemmeno nei giorni più bui.»
World News


«Una prospettiva nuova sullo sfondo di una tragedia spesso trascurata dalla narrativa…
Uno di quei libri che è difficile smettere di leggere.»
Daily Republic

Eletto miglior romando dell'anno da People.


Trama


Maggio 1939. Sono 937 gli ebrei a bordo del transatlantico St. Louis, 937 innocenti in fuga dalla violenza della Germania nazista. Tra loro, ci sono Hannah Rosenthal e Leo Martin. Sebbene siano solo due ragazzini, durante la traversata Hannah e Leo decidono di voler passare il resto della vita insieme. Ma è un sogno destinato a non avverarsi: quando la St. Louis arriva in porto, Hannah è tra i pochissimi fortunati a ottenere il permesso di sbarcare. Tutti gli altri passeggeri sono costretti a tornare indietro, in Germania. Compreso Leo…


New York, 2014. Anna Rosen riceve uno strano regalo per il suo dodicesimo compleanno: la lettera di una certa Hannah Rosenthal, che sostiene di essere la sua prozia paterna. Per Anna è un'occasione da cogliere al volo: Hannah è l'unica che conosca la verità su suo padre, scomparso prima che lei nascesse. E quindi decide d'incontrarla, scoprendo così la storia di una donna che ha lottato per farsi strada in un Paese straniero, una donna che ha dovuto dire addio al suo amore, ma che non ha mai perso la speranza di poterlo riabbracciare. E, grazie ad Anna, Hannah riuscirà finalmente a riconciliarsi col proprio passato e a capire che per essere felici non basta sopravvivere, ma bisogna essere pronti ad affrontare sino in fondo tutte le sfide che il futuro ha da offrire.




Prendendo spunto da una delle pagine più oscure e dimenticate dell'Olocausto, Armando Lucas Correa ci conduce dalle strade cupe della Berlino di Hitler ai balli sontuosi a bordo della St. Louis, dal sole di Cuba prima della rivoluzione alla New York dei nostri giorni, seguendo le storie di due donne accomunate dal coraggio e dal desiderio di trovare il proprio posto del mondo. Due donne lontane nel tempo, eppure legate dal filo invisibile del destino.



L'autore

Armando Lucas Correa è il caporedattore di People en Español, la rivista di lingua spagnola più venduta in America. Nel corso della sua lunga carriera di giornalista, ha ricevuto numerosi premi sia dalla National Association of Hispanic Publications sia dalla Society of Professional Journalism. Attualmente vive a Manhattan con la famiglia.



Anteprima "WInter - Cronache lunari" di Marissa Meyer

Eccoci giunti all'attesissimo finale della saga le Cronache lunari!

Winter
Cronache lunari
Marissa Meyer 
Mondadori
Collana: Chrysalide
In uscita: 20/06/2017
Pagine: 660
Prezzo: 20,00 €


Trama

La giovane principessa Winter è molto amata dal suo popolo per la sua grazia e la sua gentilezza. E, nonostante le cicatrici che ne deturpano il volto, è considerata uno splendore dai Lunari, anche più della regina Levana, la sua matrigna. Winter, poi, disprezza la sovrana con tutta se stessa, anche perché sa che la donna non approverà mai i suoi sentimenti per il bel Jacin, amico d’infanzia nonché guardia del palazzo. Ma Winter non è la fragile creatura che Levana pensa che sia. Infatti, la ragazza ha l’occasione di privarla del suo potere. E ora, grazie all’aiuto della cyborg Cinder e delle sue alleate, le viene offerta la possibilità concreta di dare inizio a una rivoluzione che rovesci la sovrana e ponga fine così alla guerra che infuria ormai da tanti, troppi anni. Riusciranno Cinder, Scarlet, Cress e Winter a sconfiggere Levana e a trovare ognuna il proprio lieto fine? In questo ultimo volume delle “Cronache lunari”, Marissa Meyer costruisce un finale mozzafiato che di certo non deluderà i tanti fan della serie.

L'autrice


Marissa Meyer è nata nel 1984, ed è da sempre appassionata di fantascienza. Scrive nel suo studio disseminato di oggetti da fiaba vintage, ma quando scrivere assomiglia troppo a un lavoro serio, lo fa a letto col suo portatile e una tazza di caffè. Vive a Tacoma, nello stato di Washington, con suo marito e due gatti. Con Mondadori ha pubblicato, sempre per la serie “Cronache lunari”, Cinder (2012), Scarlet (2013) e Cress (2016).

mercoledì 14 giugno 2017

"Time Deal" di Leonardo Patrignani

Sono felice di annunciarvi il grande ritorno di Leonardo Patrignani.
Chi si ricorda Multiversum? Una saga bellissima che ha portato Leonardo a un successo internazionale.
Ora ritorna con "Time Deal" Che ha tutte le premesse per diventare un best seller.
Curiosi?
Intanto vi lascio con la trama.
Ma presto avrete la recensione e una bella intervista all'autore!

Time Deal
Leonardo Patrignani
DeA
Uscita: 13 giugno
Pagine: 480
Prezzo: 14,90 €

«Leonardo costruisce una riflessione appassionante
sulla tecnologia, il rapporto tra il corpo e l’anima
e l’ossessione contemporanea per l’eterna giovinezza.»
Licia Troisi

«Una lettura imperdibile.
Patrignani, una volta ancora,
si conferma un maestro di creatività!»
Glenn Cooper

Il nuovo sorprendente romanzo distopico. 
Il mito classico dell’eterna giovinezza incontra il tema contemporaneo 
del limite morale del progresso scientifico.

Un autore italiano di straordinario talento e di successo internazionale, 
in corso di pubblicazione in più di 20 Paesi.

Hai promesso di amarla per sempre.
Ma quanto può durare l’eternità?


Trama

Ci sono promesse che non possono essere mantenute. Come quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l’ha vista per la prima volta, e se n’è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l’avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempre. Ma si può davvero promettere per sempre? Non in una città come Aurora. Una metropoli schiacciata da un cielo plumbeo e soffocata dall’inquinamento, in cui l’aspettativa di vita è scesa drasticamente. Almeno fino all’arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l’invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce i possibili effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali.
La città è divisa in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall’altra chi invece rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce che il tempo scorra secondo natura. Julian è tra questi ultimi.
Ma Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E di regalarle il loro per sempre. Dalla penna di un autore bestseller internazionale, un romanzo dal ritmo serrato e dalla travolgente storia d’amore. Una lettura sorprendente che vi terrà incollati fino all’ultima pagina.

L'autore


Leonardo Patrignani è nato a Moncalieri nel 1980. Ha esordito nella narrativa con Multiversum (Mondadori, 2012), primo titolo di una trilogia diffusa in più di 20 Paesi e che ha oltre centomila copie vendute all‘attivo. Ha poi pubblicato il thriller There (Mondadori, 2015) i cui diritti per il cinema sono già stati opzionati. Time Deal è il suo ultimo, strepitoso romanzo.

Autore presente a Mare di Libri
Sabato 17 giugno, ore 16.30 - Sala dell’Arengo (Rimini)
Per informazioni e interviste contattatemi.

giovedì 8 giugno 2017

Anteprime uscite dal 12 al 18 maggio per Newton Compton

Il mistero di Abbacuada
Gavino Zucca
Newton Compton
In uscita: 15 giugno 2017
Pagine: 288
Prezzo cartaceo: 10, 00 € 
Prezzo ebook: 4,99 €


Le indagini del tenente Roversi

Benvenuti nella Sardegna dei misteri. Il giallo italiano ha un nuovo protagonista.


Tempi duri per il tenente dei carabinieri Giorgio Roversi: trasferito in Sardegna per motivi disciplinari, il giovane ufficiale si trova proiettato in una terra che niente ha in comune con la sua amata Bologna. E a breve dovrà pure dire addio al suo segreto peccato di gola: la scorza di cioccolato per cui va matto è introvabile a Sassari… Sono passati solo pochi giorni dal suo arrivo, quando Roversi deve fare i conti con un omicidio. Luigi Gualandi, proprietario di Villa Flora, ha scoperto un cadavere con un orecchio mozzato nella grotta di Abbacuada, un luogo pericoloso ai confini della sua tenuta. Tutto lascia pensare a una vendetta consumatasi secondo i canoni del codice barbaricino. Un codice d’onore non scritto, quasi una giustizia parallela, che Roversi ignora del tutto e lo mette di fronte alla Sardegna più arcaica e misteriosa. Per fortuna, ad affrontare il caso non è solo: Gualandi, ex ufficiale veterinario dell’Arma, sarà un prezioso alleato per il tenente, a cui lo unisce una viscerale passione per Tex Willer. L’incontro tra i due è determinante: alle proprie capacità deduttive, Roversi può affiancare le efficaci e preziose intuizioni di Gualandi. Ma un delitto che sembrava semplice si rivela molto più complicato del previsto…

Un tenente dei carabinieri appena arrivato in Sardegna.
Un misterioso omicidio all’interno di una grotta.
Una squadra speciale per un colpevole davvero insospettabile.

Un delitto all’apparenza semplice si rivelerà molto più complicato del previsto.

Riuscirà il tenente Roversi, guidato dal suo idolo, Tex Willer, a risolvere un caso d’omicidio tutt’altro che semplice?



Il giardino delle farfalle
Dot Hutchison
Newton Compton
In uscita: 15 giugno 2017
Pagine: 336
Prezzo cartaceo: 9,00 € 
Prezzo ebook: 2,99 €


Sinistro come Il silenzio degli innocenti
Accattivante come Il collezionista di ossa

Un grande thriller

«Inquietante!»
«Indimenticabile!»
«Intelligente!»


Vicino a una villa isolata c’è un bellissimo giardino dove è possibile trovare fiori lussureggianti, alberi che regalano un’ombra gentile e... una collezione di preziose “farfalle”: giovani donne rapite e tatuate in modo da farle assomigliare a dei veri lepidotteri. A guardia di questo posto da brividi c’è il Giardiniere, un uomo contorto, ossessionato dalla cattura e dalla conservazione dei suoi esemplari unici. Quando il giardino viene scoperto dalla polizia, una delle sopravvissute viene portata via per essere interrogata. Gli agenti dell’FBI Victor Hanoverian e Brandon Eddison hanno il compito di mettere insieme i pezzi di uno dei più complicati rompicapo della loro carriera. La ragazza, che si fa chiamare Maya, è ancora sotto shock e la sua testimonianza è ricca di episodi sconvolgenti al limite del credibile. Torture, ogni forma di crudeltà e privazione sembravano essere all’ordine del giorno in quella serra degli orrori, ma nella deposizione della giovane donna, che ha delle ali di farfalla tatuate sulla schiena, non mancano buchi e reticenze... Più Maya va avanti con il suo terrificante racconto, più Victor e Brandon si chiedono chi o cosa la ragazza stia cercando di nascondere...

Il thriller più terrificante dell’anno

Tra Il silenzio degli innocenti Il collezionista di ossa

I suoi (terrorizzati) lettori hanno scritto:


«Una storia agghiacciante e impossibile da mettere giù. Erano anni che un libro non mi toccava così nel profondo, fino a farmi tremare mentre lo leggevo. Brrrr.»

«Dopo aver letto la prima pagina ho capito che non avrei potuto più fermarmi. Inquietante, intelligente, indimenticabile.»

«Ho divorato il libro in una notte di puro terrore e totale divertimento, arrivando in ufficio la mattina dopo con profonde occhiaie e gratitudine per chi me lo aveva consigliato. Imperdibile.»



La casa in riva al lago
Ella Carey 
Newton Compton
In uscita: 15 giugno 2017
Pagine: 256
Prezzo cartaceo: 10,00 €
Prezzo ebook: 4,99 € 


I segreti di famiglia sono custoditi dal tempo

Un destino così incredibile da non sembrare vero


Anna vive a San Francisco e si è costruita un’esistenza tranquilla e ordinata, fatta di giornate costellate di abitudini in cui gli imprevisti sono ridotti al minimo. Il suo mondo viene completamente sconvolto quando suo nonno Max, di novantaquattro anni, la mette a parte di un sorprendente segreto: la loro era una famiglia aristocratica che ha perso tutto durante la seconda guerra mondiale. All’epoca Max era stato costretto a fuggire dalla Prussia, abbandonando un oggetto prezioso. Adesso, dopo oltre settanta anni, vorrebbe ardentemente che la nipote lo andasse a recuperare. Nonostante si senta confusa per quelle rivelazioni, Anna parte per la Germania. Sono tante le domande che affollano la sua testa: cosa ha mai lasciato di così importante, suo nonno? E perché le ha nascosto la verità per così tanto tempo? Sarà Wil, un uomo che Anna incontra durante il suo viaggio, ad aiutarla a far luce sul mistero che ha di fronte. Insieme,
scoprono che i segreti della sua famiglia sono collegati a un appartamento abbandonato a Parigi…
Con una narrazione che alterna vicende degli anni Trenta a quelle dei nostri giorni, La casa in riva al lago è un romanzo che racconta come si possa lottare per raggiungere la felicità, senza sacrificare l’amore verso la propria famiglia e il proprio Paese.

Ai primi posti nelle classifiche della narrativa romantica
Una storia familiare ed emozionante che ha fatto il giro del mondo


«Una bellissima e misteriosa storia d’amore ambientata tra la seconda guerra mondiale e i giorni nostri. È stato favoloso immergersi nelle vicende di questa famiglia che ha avuto un destino così incredibile.»

«Che magnifica scrittura, e che passione dentro questa che è una delle storie d’amore più sofferte e ricche di speranza tra tutte quelle che ho letto.» 

«Romantico, appassionante e ricco di intriganti storie dentro la Storia. L’unica cosa che non mi è piaciuta in questo romanzo è il fatto di averlo già finito!»



Ricette e rimedi naturali con l'aloe vera
Monserrat Mulero
Newton Compton
In uscita: 15 giugno 2017 
Pagine: 180 + 16 foto a colori
Prezzo cartaceo: 4,90 €
Prezzo ebook: 3,49 € 


Tutte le virtù di un autentico elisir di salute e bellezza

Proprietà, usi e benefici di un rimedio naturale di successo


L’aloe è una pianta che cresce spontaneamente nei climi caldi e i suoi benefici sono noti da tempo, anche se in Occidente è stata riscoperta ultimamente. L’aloe vera è ideale per curare problemi quali il bruciore di stomaco, le allergie, l’asma, il colesterolo alto, l’artrite, l’ipertensione, la psoriasi e altre malattie della pelle. Il suo uso è inoltre consigliato contro la perdita precoce di capelli, per la completa guarigione di piccole ferite e in generale per un’idratazione corretta. Anche la cosmesi naturale oggigiorno è piena di prodotti a base di aloe. Un prodotto per giovani e adulti, da conoscere e da tenere sempre con sé.