mercoledì 22 febbraio 2012

In viaggio con te.


“A chi devo chiederlo? A Vale? E vorresti farmi credere che lei mi direbbe la verità? Siete due anime in un nocciolo!...”
Valeria e Linda… una sola anima, una sola vita.
Si conoscono nei banchi di scuola e da subito tra loro nasce questa speciale sintonia.
Così simili, condividendo tutto… le stesse avventure, gli stessi pensieri, gli stessi desideri.
Crescono insieme  e con loro cresce anche la loro amicizia, sempre più intensa.. come se vivessero in simbiosi.
Se esiste un anima gemella nell’amicizia Linda lo è per Vale e Vale per Linda.
Passa così la loro vita, sempre insieme.
Vivendo i loro primi amori, le loro passioni, sostenendosi l’una con l’altra.
Fino a quel giorno.
Quel terribile giorno.
La telefonata della madre di Linda:
«Linda si è sentita male stanotte, siamo andati al pronto
soccorso. Ora l’hanno trasferita in reparto per accertamenti…
stamani non può venire. Ti ho chiamato per dirti di non aspettarla.»
La corsa all’ospedale, l’attesa, la speranza…
E poi… La più dura delle verità.
Ed è così che Vale si trova a perdere tutto, come se fosse morta con Linda.
Così giovane, così piena di sogni… di vita.
La vita che le è stata strappata dal peggiore dei mali, che non ti da’ scelta né preavviso.
Vale vive sospesa, sperando quasi di veder ricomparire la sua Linda, senza lei nulla ha senso.
La lotta per sopravvivere è così difficile.
Attacchi di panico la sconquassano facendola cadere in un baratro sempre più profondo.
Troverà chi l’aiuterà a risalire dall’immenso dolore che la pervade? Riuscirà a tornare a vivere, anche in nome di Linda?
Non credo troverò le parole giuste per esprimere quello che mi ha lasciato dentro questo libro, letto tutto d’un fiato.
Perché non puoi fare a meno di rimanere incollata a quelle pagine che ti portano a conoscere la storia di questa immensa amicizia.
L’inizio fa già comparire i lucciconi… Linda distesa sul suo letto, ha appena abbandonato la vita.
Vale inizia ricordandola così.
Vale ormai adulta, moglie e madre... ripercorre la loro storia sin dalla tenera età.
E al contempo rivive gli ultimi giorni strazianti di Linda.
In un alternarsi tra Luce e Buio.
Impariamo ad immergerci in loro e a vivere le loro avventure.
Mentre nascondevano i gattini trovatelli dai genitori, gli spericolati giochi sulle altalene, gli incontri con Fulvia, il cane Teo trovato per caso, i primi amori e le prime delusioni, gli studi, le uscite in moto, lo stage in Francia, la scelta della facoltà universitaria.
Tutto senza mai dividersi, mentre di anno in anno la loro amicizia cresce di più.
Erano davvero un solo nocciolo e lo saranno ancora.
Non amiche per la vita ma amiche per sempre.
In un’amicizia che supera anche la morte.
Perché Linda continua a vivere dentro di lei e in ciò che la circonda.
Questo libro è edito dalla Butterfly edizioni, sempre aperta a idee originali... Pensate che per la scelta della copertina è stato indetto un concorso. E con la pubblicazione di questo nuovo libro ci dimostra sempre più di avere fiuto nello scovare i veri talenti.
In questo caso parliamo di Nadia Boccacci, laureata in Lingue e Letterature Straniere moderne e insegnante di italiano e inglese in una scuola primaria.
Nel 2011 ha pubblicato il suo romanzo di esordio “Uno sguardo perso nel vuoto” ed ora ci delizia con “In viaggio con te”.
Sin da subito ti sembra di essere tu stesso catapultato nelle loro vite, provando gli stessi sentimenti, il dolore della perdita.
Una storia davvero molto intenso e struggente.
Che passa dalla gioia e la spensieratezza dell’infanzia, al dolore e il vuoto della perdita.
Un libro che chiunque ami la lettura deve leggere.
Leggendo viene da chiedersi se la scrittrice abbia vissuto in prima persona tutto questo.
Scritto in ogni particolare, è come se vedessi le immagini di Linda e Vale passarti davanti agli occhi.
Il modo in cui descrive le emozioni, soprattutto il senso di perdita e di panico, ti fa pensare “è esattamente così che ci si sente”.
Chiunque ha passato una vicenda del genere non potrà fare altro che ritrovarsi in queste pagine.
Chi invece non ha passato situazioni di questo genere, troverà una lettura commovente, che fa riflettere e ti coinvolge dalla prima all’ultima riga.
Ricordo inoltre che parte del ricavato della vendita sarà devoluto all’associazione Soleterre per i bambini malati di Cancro.
Un libro che merita davvero di essere letto, per essere d’aiuto per una buona causa e per scoprire la storia di questa amicizia capace di superare qualsiasi confine.

Trama: Vale e Linda si sono conosciute da bambine, tra i banchi di scuola, e si sono piaciute da subito. Hanno affrontato insieme le prime gioie e le prime difficoltà, tra giochi, scherzi, cuccioli da accudire e confidenze sussurrate in un orecchio, nell’angolo più riparato del giardino. Crescendo, i loro interessi sono cambiati e nuovi affetti hanno aggiunto colore alle loro esistenze, ma Vale e Linda non si sono lasciate mai. Tuttavia, proprio nel fiore degli anni, il destino tende loro il più crudele degli agguati: Linda, così bella, così giovane, si ammala e, dopo poco tempo, abbandona la vita prima ancora ch’essa inizi per davvero. Restano sospesi, i suoi sogni, privati di ogni possibilità di realizzazione. Tocca a Vale, adesso, affrontare un tipo ben diverso di malattia: il dolore della perdita.
Un romanzo sull’amicizia, sulla sofferenza e sulla fuggevolezza della vita. Una storia emozionante che, tra buio e luce, tra disperazione e speranza, resta nel cuore per la sua forza e, al tempo stesso, per la sua commovente delicatezza.

2 commenti:

  1. è una storia molto struggente e dolorosa, ma piena di avvenimenti felici e, sopratutto di una grande amicizia! non vedo l'ora di leggerlo! grazie!

    RispondiElimina
  2. Sembra bellissimo.. vorrei leggerlo!!

    RispondiElimina