giovedì 26 luglio 2012

Muses presenta Netface!

Muses e Francesco Falconi non finiscono di stupirci con le loro sorprese e iniziative! Da venerdì scorso, infatti, è attiva la pagina Facebook dedicata all’iniziativa fan fiction in onore di Muses e in attesa del suo seguito.
Netface è un progetto che chiede a tutti gli amanti di Muses di partecipare e scrivere un racconto di 5 mila battute ispirate al primo romanzo: fino al 1 ottobre 2012 sarà possibile inviare i propri scritti caricando sul gruppo i files che verranno sottoposti all’attenzione di una giuria eccezionale!
Il premio? Il vincitore verrà pubblicato in appendice al secondo romanzo di Falconi, in uscita nella primavera del 2013, avendo un’occasione unica per dimostrare il proprio talento.


Eccovi le modalità di partecipazione ufficiali:
Per partecipare a Netface bisogna scrivere un racconto ispirato al mondo di Muses creato da Francesco Falconi (spin-off, fan fiction) di massimo 5000 battute spazi compresi. Il testo, su file word .doc, dovrà essere caricato sul gruppo Netface (QUI). Ogni partecipante può condividere il proprio racconto, in modo da mettersi in gioco e affrontare anche il “giudizio” di altri utenti e amici che potranno indicare con un like se il testo sarà di loro gradimento.
Ogni partecipante potrà inviare al massimo 1 racconto
L’iniziativa sarà attiva dal 20 luglio e scadrà il 1 ottobre
Una giuria di qualità, composta da Francesco Gungui (editor Mondadori), Fiammetta Giorgi (Responsabile Redazione Ragazzi) e l’autore Francesco Falconi, valuteranno i testi e proclameranno il racconto migliore che verrà annunciato dall’autore stesso durante la manifestazione Lucca Comics&Games 2012
A titolo di riconoscimento del merito, il racconto giudicato migliore verrà pubblicato – a titolo gratuito – all’interno del romanzo Muses 2, in uscita a primavera 2013.
Aspiranti scrittori, accorrete!



E ora alcune domande con le rispettive risposte, utili per chi vorrà cimentarsi in questa avventura!


D: Nonostante il racconto sia ispirato al mondo di Muses, il personaggio o i personaggi presenti al suo interno possono anche essere totalmente nuovi creati da noi di sana pianta? 
R: Sì, possono essere anche nuovi e totalmente creati da voi. Ovvio, Muses dovrebbe essere di ispirazione, come racconto legato a Netface di Lourdes Blanco. A voi la scelta.

D: Si possono citare canzoni o estratti di altri autori?
R: Come avrete notato leggendo Muses, è possibile citare canzoni ma non riportare stralci della canzone stessa. E' possibile anche una breve traduzione e parafrasi all'interno del testo, come accompagnamento. Esempio: capitolo 62 di Muses con riferimento a Masterpiece di Madonna

D: Ci sono limiti negli argomenti che possono confluire nei racconti?
R: E' ovvio che scene pornografiche, pedofilia, e tematiche simili, saranno prontamente rimosse. Ed è anche naturale che racconti fuori tema saranno scartati nel momento della decisione.

D: Il periodo temporale del racconto può essere anche differente rispetto a quello del romanzo? Ad esempio può essere ambientato anni e anni prima dal presente di Alice? O al contrario in un futuro prossimo o lontano?
R: Sì, non ci sono limitazioni di questo tipo.

D: Possono essere citate anche altre figure mitologiche, che magari con il libro ma che fanno comunque parte della mitologia greca?
R: Sì, siete liberi di sviluppare la trama con aggiunte di questo tipo.

D: Il titolo del file? Deve contenere anche il nome e cognome di chi l'ha scritto ecc ecc?
R: Il nome file deve essere chiaro. Quindi titolo del racconto, seguito da nome e cognome dell'autore. Dentro il file word, invece, è bene che ci siano anche i vostri estremi, per maggior sicurezza.



Vi ricordo la trama...



Quando scappa da Roma  diretta a Londra, coperta di tatuaggi e piercing, Alice sente che la sua vita potrebbe cambiare per sempre. Ha appena scoperto di essere stata adottata, ma per lei questa  notizia è quasi un sollievo. Cresciuta con un padre violento e una madre incapace di esprimere il proprio affetto, ora Alice deve scoprire le sue radici e l’eredità che le ha lasciato la sua vera famiglia.
Decisa, risoluta, ribelle, è una violinista esperta ed è dotata di una voce straordinaria. Ed è proprio questa voce a guidarla verso la verità: le antiche nove Muse, le dee ispiratrici degli esseri umani, non si sono mai estinte.
Camminano ancora tra noi. I loro poteri si sono evoluti. E Alice è una di loro.
La più potente. La più indifesa. La più desiderata da chi vorrebbe sfruttarne gli sconfinati poteri per guidare gli uomini, forzarli se necessario, fino alle conseguenze più estreme. 
Ma un dono così può scatenare l’inferno. E sta per accadere.







1 commento: