mercoledì 30 gennaio 2013

Recensione "Reality show" di Luigi Milani


Nuovo e-book gratuito della nascente casa editrice La mela avvelenata.
Oggi parliamo del racconto di Luigi Milani, Reality show che ci dona la possibilità di un'importante riflessione.
La televisione, lo strumento più diretto con cui veniamo a conoscenza dei fatti nel mondo.
La compagnia di pranzi e cene, di serate in cui non si sa che altro fare.
La stessa che ci offre divertimento e serie che non possiamo fare a meno di guardare.
Ma fino a dove si spinge questa piccola scatola magica?
Sino a dove spinge noi stessi?
Un esempio, i telegiornali. 
Sempre più impegnati a parlare di omicidi, rivelando i particolari più osceni e scabrosi.
Ancora la pubblicità, che ci propina continuamente donne nude e modelli prestabiliti dalla società.
Ma forse l'esempio più lampante sono i reality show.
Gente ammassata in un luogo, con tutti i telespettatori ad aspettare la litigata del giorno, l'amore che nascerà, lo scandalo del momento.
Tutti succubi della rete intricata della TV.
Vogliamo sapere, vogliamo farci gli affari di tutti, non riusciamo a staccarci dallo schermo.
Ma quanta è finzione e quanta realtà?
Nemmeno ce ne accorgiamo della trappola che ci è stata fatta.
La crudezza è diventato un sinonimo di audience, così come la pornografia.
Volete immergervi in qualcosa di vero? 
Leggete questo racconto breve di Luigi Milani che ci mostra questa realtà.
Una serata come le altre, un programma televisivo trash, ma non riesce a spegnere la televisione.
E quando accade il peggio non è altro che uno spettacolo in più.
Tra inquadrature studiate e sofferenza reale, Sin dove si spinge lo spettacolo?



Trama: Quando la finzione diventa realtà? Abituati a osservare le cose più assurde attraverso lo schermo della televisione, diventa difficile riconoscere quando siamo vittime di finzione o quando davanti a noi sta davvero accadendo l’inevitabile.

L'autore: Luigi Milani è nato a Roma poco dopo la scomparsa di John Kennedy, e nella capitale vive e tenta di lavorare.
Giornalista freelance dallo scorso millennio, traduttore, editor e autore di booktrailer, ha pubblicato racconti e poesie per vari editori e su alcune riviste letterarie, oltre a vincere, nella primavera del 2008, un concorso poetico, Orrorinversi. È uno dei soci fondatori di Edizioni XII, una delle realtà editoriali italiane più innovative degli anni 2000.
Tantissimi suoi racconti sono stati pubblicati in varie antologie.
È direttore editoriale della collana eTales per Graphe.it Edizioni. Collabora con Kipple Officina Libraria e cura la collana di fantascienza Silver per Ciesse Edizioni. Cura una rubrica, Contaminazioni, sulla rivista Tracce (d’eternità) e scrive articoli e recensioni per il blog-magazine Graphomania.



0 commenti:

Posta un commento