lunedì 18 febbraio 2013

Recensione doppia "La collezionista di sogni" di Viola Lodato e "Le scritte dietro il cesso" di Giovanni Stoto.


Eccoci qui con una doppia imperdibile recensione.
Ci troviamo nuovamente nel paradiso dell'Eden, nel luogo peccaminoso che ci forniscono i sublimi racconti de La mela avvelenata.
Sempre free, sempre di prima qualità.
Oggi ho opinioni divergenti sui racconti.
Uno incredibilmente positivo e l'altro un poco meno. 
Ma partiamo!


La collezionista di sogni
Viola Lodato



Poche righe, uno stralcio di vita.
Quella de La collezionista di sogni, la magica creatura mezza umana, mezza etharu. Metà di carne, metà robot.A lei il compito di esaudire i desideri più nascosti... 
Ma non fatevi ingannare, non è affatto come sembra.
In realtà lei si nutre di sogni, i più inconfessabili, cancellandoli dalla mente di chi richiede i suoi servigi.
Un racconto breve ma intenso e coinvolgente.
Appena finito di leggerlo mi sono precipitata a scrivere alla scrittrice pregandola per un continuo.
Quando ha inaspettatamente detto di sì ne sono stata davvero felice, non vedo l'ora di leggerlo.
Intanto vi consiglio vivamente di leggere questo breve racconto scaricabile gratuitamente, vi assicuro che non ve ne pentirete!

Trama: Lei è mezza umana e mezza etharu. Fa un lavoro molto particolare: colleziona i vostri sogni, peccato che siano tutti così simili fra loro…

L'autrice: Viola Lodato nasce il 7 aprile 1991 a Savona, per essere più precisi nella casa in cui passa gran parte del tempo.
A circa quattordici anni capisce di voler passare la vita a inventare storie. Cinque anni più tardi finisce il primo romanzo e comincia a conoscere il mondo dell’editoria, capendo che la strada da fare è ancora lunga.Nella vita, oltre a riempire il proprio computer di romanzi e a studiare Scienze della Comunicazione, collabora con alcune case editrici come editor, correttrice di bozze e traduttrice.
È stata una dei tre finalisti della Liguria durante la prima edizione del premio La Giara della Rai e i suoi racconti sono stati pubblicati da Lettere Animate, Delos Books, Mondoscrittura, EDS, ST-Books.

Le scritte dietro il cesso
Giovanni Stoto


Di altro parere sono riguardo questo racconto. 
Anche in questo si nota la perfetta scrittura e il talento che contraddistingue gli scrittori de La mela avvelenata.
Ma ahimè non è riuscito a coinvolgermi, probabilmente sono io che non ho colto a dovere la storia. Di certo è curioso seguire il protagonista nelle sue piccole/grandi manie ossessive compulsive.
Spero di leggere altro di questo autore in modo da capire di più il suo metodo di scrittura.Detto ciò mi rimetto a voi, cosa ne pensate? Fatemi sapere le vostre preziosissime opinioni e rimanete in stand by, è stata annunciata per domani l'uscita di un nuovo racconto gratuito.
Pronti a scaricare?

Trama: È forse più letale una droga o una mania al limite della schizofrenia? O forse sarebbe più giusto affermare che quei piccoli gesti rituali al limite diventano una droga per il nostro cervello? In entrambi i casi il nostro protagonista potrebbe non uscirne vivo.
L'autore: Nato a Napoli il 13 giugno 1973, vive attualmente a Latina ed è felicemente sposato con una concittadina che solo 10 anni prima gli aveva dato il due di picche.Ingegnere Informatico per necessità, ai bit preferisce la moto, il mare, le immersioni, la fotografia, le auto, la lettura e scrivere. Nel 1995 è tra i finalisti del concorso Grinzane Cavour e il racconto “Game Over” viene pubblicato nell’antologia “Racconti del sabato sera” edita da Einaudi.
Molte sue poesie sono state pubblicate in riviste del settore di cui s’è ormai persa memoria. Nel 2012 torna ad affrontare i racconti brevi: il racconto “Le cose da salvare” è pubblicato da Historica Edizioni nell’antologia “cronache dalla fine del mondo”, mentre il racconto “Uno scalino al giorno” viene pubblicato sui blog “Alla fine del sogno” e “Insaziabili letture” per l’iniziativa “Natale con semplicità 2012”. Seguitelo nel suo blog http://thegios.blogspot.com, dove laconicamente armonizza l’amore per tutte le sue passioni, bit esclusi.

1 commento:

  1. molto bello grazie e complimenti ^_^ Monica Finotello

    RispondiElimina