martedì 26 marzo 2013

"L'amore è uguale per tutti. La storia di Stefano e Alessio" di Giusy Viro



Vorrei segnalarvi un libro tratto da una storia vera, si tratta di L'amore è uguale per tutti. La storia di Stefano e Alessio, scritto da Giusy Viro.




Trama: Alessio, giovane aspirante stilista, cresciuto in un piccolo paese siciliano.
Un giovane deciso a realizzare i propri sogni e non abbattersi nonostante dietro la maschera di cinismo e freddezza che indossa si celino le ferite di un passato da cui non riesce a staccarsi.
Stefano, giovane studente, cresciuto nella Torino bene.
Un ragazzo giovane e timido che forse ancora non sa quale direzione vuole far prendere alla sua vita.
Un incontro con il destino, un amore travolgente che sconvolgerà le vite di entrambi con sottofondo Milano capitale della moda, Roma centro culturale e di studi d’avanguardia, Torino sofisticata capitale della cultura e infine Barcellona, città d’arte dalle mille sfaccettature.
Un sentimento che dovrà affrontare il difficile riscontro con la società moderna, gli atteggiamenti di chiara omofobia, il dibattito con la chiesa cattolica.



8 commenti:

  1. molto molto inteserrante grazie ^_^ Monica Finotello

    RispondiElimina
  2. Monica per scrivere i commenti clicca su Nome/Url con il nome ;)

    RispondiElimina
  3. L’ho letto in due giorni ( solo perché avevo l’influenza quando è arrivato, altrimenti l’avrei letto senza interruzioni in un giorno solo).
    E’ un libro bellissimo e difficile allo stesso tempo.
    Quando ho letto l’ultima pagina l’ho dovuto chiudere e per giorni non sono riuscita a riaprirlo, avevo troppe sensazioni dentro da metabolizzare.
    Ho adorato i protagonisti, sia il “duro” Alessio, che il timido Stefano.
    La crescita di entrambi i personaggi è descritta benissimo. In ogni parola si coglie un sentimento: l’amore, la rabbia, la gelosia, c’è tutto!!!
    Che loro siano delle persone eccezionali e meravigliose è fuor di dubbio.
    Ammiro il carattere di Alessio, che gli ha permesso di superare prove che avrebbero distrutto molti altri.
    Nonostante tutto e tutti è riuscito a evolversi e realizzare i suoi sogni.
    E’ dolce Stefano, ma dentro ha un carattere che davanti alle prove importanti riesce a tirare fuori.
    L’amore che li unisce e li sostiene si sente, così profondo e così vero da toglierti il fiato.
    L’amore è uguale per tutti ma un amore così è una perla rara.
    E’ un libro che ti tocca profondamente e quando lo rileggi lo apprezzi ancora di più.
    C’è da ringraziare Giusy per essere riuscita a mettere nero su bianco tutto questo e Stefano e Alessio che hanno voluto condividere con noi la loro favola.

    RispondiElimina
  4. Sono stata sveglia di notte per leggere "L'amore è uguale per tutti" perchè non riuscivo a staccarmi da questa bellissima storia. L'amore che lega queste due persone, quello che vivono e quello che affrontano insieme si percepisce in ogni parola che è stata scritta. Io ho pianto e riso con i protagonisti perchè questa storia bellissima mi è entrata dentro e posso dire che per me è uno di QUEI libri da cui è difficile separarsi.
    "L’amore è uguale per tutti la storia di Stefano e Alessio" sicuramente non affronta un tema semplice ma parla di un argomento sempre più comune al giorno d’oggi, ovvero l’amore tra due persone dello stesso sesso,in questo caso Stefano e Alessio. Questo romanzo parla dell’uguaglianza dell’amore e poco importa se sia tra due persone dello stesso sesso o no. L’amore, purchè vissuto in modo pulito, sincero e onesto, non è mai un errore.
    Il libro trae spunto da una storia vera e quando si legge ci sentiamo vicini ai protagonisti perché percepiamo le emozioni che loro hanno vissuto: la gioia, i dolori,la gelosia,la rabbia ma soprattutto l’amore che queste due persone provano l’una per l’altra, un amore che nasce all'improvviso appunto travolgente e che piano piano cresce sempre più.
    Alessio,cresciuto in piccolo paese della Sicilia, si troverà ad affrontare diverse sfide nella sua vita ma prima tra tutte quella di essere accettato, e in primis da sua madre, una madre che quasi ripudia il figlio e non accetta che lui sia gay e lo caccia di casa. Egli si troverà ad affrontare quest’ostacolo anche sul posto di lavoro poiché circondato da persone con pregiudizi e che non vedono oltre il loro naso ma fortunatamente le persone non sono tutte uguali e lui riuscirà a farsi conoscere e a realizzare i suoi sogni. E’ una persona che non crede nell’amore ma grazie all’incontro inaspettato con Stefano questo cambierà.
    Stefano, cresciuto a Torino,è un ragazzo giovane e timido ma quando vuole sa tirare fuori il suo carattere e anche lui si troverà ad affrontare la sua famiglia che non accetta subito la rivelazione del ragazzo e la relazione con un altro uomo ma quando capiscono che Stefano è felice decidono di incontrare Alessio e iniziano ad accettare.
    Il merito di tutto va comunque alla scrittrice che ha saputo riportare in questo libro la storia di due persone comuni che fin dalle prime pagine di appassiona e ti incuriosisce sempre più. E’ un libro emozionante che ti entra dentro e che andrebbe letto da tutti a partire dagli adolescenti per arrivare poi ai genitori perché sicuramente prima di essere accettati dagli altri bisogna accettare se stessi, cosa non facile soprattutto in una società ancora chiusa piena di pregiudizi che giudica senza sapere e senza conoscere.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Ho letto anche io questo libro, ed è vero. le emozioni che ti assalgono durante la lettura, ma soprattutto alla fine, sono talmente forti che da l'impressione di sentire male al cuore, come se fosse stretto in una mano. Anche io ho dovuto lasciare del tempo prima di poterlo prendere di nuovo e rileggerne le parti che più mi avevano colpita. Durante tutta la storia si è come in simbiosi con i due protagonisti, si vivono sulla propria pelle tutte le esperienze, positive e negative, che serviranno per il loro percorso di crescita. Uno, Alessio, duro, freddo, cinico, che è costretto ad indossare una maschera per nascondere vecchie ferite, ma che con caparbietà cerca di realizzare il suo sogno. L'altro, Stefano, timido, dolce, ma che all'occorrenza sa diventare una tigre per difendersi e difendere i propri affetti. L'amore che li unisce è messo varie volte alla prova: ostacoli, omofobia, gelosia, ma è talmente forte e bello che è difficile trovarne altri così. Amo questo libro, che è ancora più emozionante perché tratto da una storia vera, e voltando l'ultima pagina mi son detta "sì l'amore è davvero uguale per tutti".

    RispondiElimina
  7. Ho letto il libro L’Amore è uguale per tutti – La storia di Stefano e Alessio ed è riduttivo dire che mi è piaciuto: ma di PIU’!!!!!!
    Stefano e Alessio mi hanno emozionato non poco, anzi troppo ….. in effetti ho avuto bisogno di un po’ di tempo per riordinare/rielaborare i miei pensieri.
    Sono rimasta affascinata dal carattere dei due protagonisti sebbene estremamente diversi:
    Alessio riservato, di poche parole, risoluto, all’apparenza incute anche timore, dalla forte volontà, determinato a raggiungere i propri obiettivi e dimostrare le sue capacità, persona che non passa inosservata anche per la sua bellezza; Stefano, ragazzo attraente inizialmente un po’ intimorito dalla forte personalità di Alessio, ma con il passar del tempo riesce a dimostrare, specialmente in certe situazioni, di avere un carattere forte e deciso meravigliando persino il suo compagno!
    Il libro mi è piaciuto perché affronta certe tematiche come rapporto genitori e figli: penso che per un padre/madre sia assai difficile sradicare certe convinzioni quando si cresce in un ambiente dalla mentalità ottusa, parla delle incomprensioni che possono insorgere tra fratelli/sorelle della paura di non essere accettati …. Anche nell’ambiente lavorativo la loro relazione non passa inosservata, Stefano e Alessio si trovano naturalmente al centro dell’attenzione e le prove da superare non sono poche!
    Amore, amicizie, gelosie….insomma è un bel mix di emozioni!
    Ho trovato il libro molto coinvolgente e ringrazio tanto l’autrice Giusy come naturalmente ringrazio i due protagonisti, Stefano e Alessio per avermi dato l’opportunità di leggere questa meravigliosa storia !
    L’amore non ha confini sotto ogni forma essa sia! Perché l’amore è amore indipendentemente dal sesso delle persone che lo vivono!

    RispondiElimina
  8. Leggendo il sottotitolo del romanzo "La storia di Stefano e Alessio" il lettore si trova a divorare la prima parte del libro aspettando che Alessio incontri il suo Stefano e quando l’attesa giunge al termine, non si può far altro che sorridere e dire: “Eccolo!” Le attese non vengono deluse, l’incontro è magico, divertente, emozionante. Un colpo di fulmine nel vero senso della parola che però non travolgerà solo i due ragazzi, ma anche il terzo incomodo che si trova a scoprire le loro vite. Quel primo incontro buffo, impacciato, spontaneo lascia sognare il lettore che da quel momento riprende a leggere con avidità per scoprire come si svilupperà il primo vero amore di Alessio, il bel ragazzo a cui la vita ha irrigidito il cuore, e Stefano.


    Quello di Giusy Viro è un bel libro, non lo si può definire diversamente. Ė un’opera che sviluppa e mostra tutti gli elementi che fanno parte della realtà gay: il rifiuto di un genitore, l’allontanamento da casa, la tenacia, il non farsi fermare dai giudizi della gente, i pregiudizi religiosi e la mancanza di diritti che ne legittimano l’autenticità, ma anche l’amore con la A maiuscola, la passione, l’amicizia, gli affetti. E non pensate che siano elementi messi lì a caso per occupare spazio perché non è così. L’amore è uguale per tutti è un libro prezioso perché i fatti in esso presentati sono reali così come lo sono i due protagonisti, due ragazzi che l’autrice ha avuto modo di conoscere e di cui ha voluto narrare la storia per dimostrare che, quando questo è autentico, non è importate se un amore sia vissuto da due uomini, due donne o un uomo e una donna.


    Il primo romanzo di Giusy Viro è un libro che è capace di catturare e stregare anche il più cinico dei lettori.

    RispondiElimina