sabato 2 marzo 2013

"R.E.M. - 13 racconti di paura"

La paura alimenta l’immaginazione.
Joseph Joubert, Pensieri, 1838

Esce oggi per La mela Avvelena l'antologia del terrore R.E.M.
Tredici autori, tredici racconti, tredici ossessioni che vi faranno cadere nel baratro del terrore.
La prima antologia vede la luce proprio nel giorno della prima apparizione pubblica della Mela.
Oggi alle ore 16.00 presso la Legatoria Libreria Borghi a Milano, interverranno Alexia Bianchini e Daniela Barisone per presentare le loro opere "Vae Victis" e "Il mondo dei Soffi Ardenti".
In occasione della prima apparizione in pubblico de La Mela Avvelenata, le crudeli Grimildi vogliono offrirvi un frutto avvelenato: uno sconto. Tranquilli, non morirete certo avvelenati… forse.
Regaleranno infatti uno sconto del 25%.
Il codice è valido dal 02/03/2013 al 03/03/2013 e vi basterà inserirlo nell’area coupon del vostro carrello prima di effettuare il pagamento. Il codice è APPLE00125.
Verrà inoltre fatta una piccola estrazione per vincere una copia gratuita di Vae Victis, Il mondo dei Soffi Ardenti, R.E.M., Wolf e Appunti e Spunti!

Ma torniamo all'antologia...
Tredici sono i racconti, come tredici è l'ora che segna l'orologio sulla cover del bravissimo Ignazio Piacenti.
Inoltre, alla fine di ogni racconto, oltre alle note biografiche, troverete il significato di ogni numero.
La potete acquistare qui: R.E.M. - 13 racconti di paura

Autori dell'antologia sono: 
Daniela Barisone
Alexia Bianchini
Diego Collaveri
Mario De Martino
Pellegrino Dormiente
Connie Furnari
Anna Grieco
Matteo Mancini
Luigi Milani
Fiorella Rigoni 
Gloria Rochel 
Monique Scisci
Maurizio Vicedomini


Trama: R.E.M. raccoglie 13 racconti, 13 ore di terrore, che vi trascineranno nel delirio, attraverso una spirale di ossessioni, timori, fobie e incertezze. Cadrete vittime dell’incubo assistendo inermi alla follia di personaggi in bilico sul baratro.

A breve avrete anche la nostra recensione, stay tuned.


1 commento:

  1. non è proprio il mio genere ma interessante grazie ^_^ Monica Finotello

    RispondiElimina