giovedì 26 settembre 2013

Anteprima "Il palazzo d'inverno" di Francesca Rossi

Ancora poco si sa di questa uscita, nessuna data certa.
Sappiamo solo che tra ottobre e dicembre vedrà la luce Il palazzo d'inverno e lo spin-off La presa del potere.
Quel che è certo è che Francesca Rossi ci introdurrà in una Pietrogrado rivoluzionaria, dove un amore dirompente sboccerà in mezzo alla tempesta.


Il palazzo d'inverno
Francesca Rossi
La Mela Avvelenata


Pietrogrado 1917. L’incendio rivoluzionario che sta per sconvolgere la Russia è ormai divampato nelle città principali e l’antica residenza degli zar, ormai sede del governo provvisorio, ma anche memoria di un passato non ancora tramontato, rappresenta l’ultimo baluardo da conquistare per accedere a un futuro fatto di incognite tutte da risolvere.
Il 25 ottobre (calendario giuliano), data fatidica dell’assedio al Palazzo d’Inverno, si intrecciano i destini della Storia, ma anche quelli di un uomo e una donna che non avrebbero dovuto incontrarsi.
Elena, infelice nobildonna tradita da tutti gli uomini che ha amato e Dimitri, un bolscevico fiero degli ideali su cui ha costruito la sua intera esistenza, lei acqua che scivola sulle rocce della tradizione aristocratica, lui fuoco che arde fiero per distruggere un’epoca di disuguaglianze e privilegi.
Le loro due anime così diverse si scontrano nei giorni dell’odio e della rivolta, su sponde opposte, per caso, tra i marmi e gli arazzi di una villa saccheggiata. Tra loro solo un desolante abisso fatto di differenze sociali e culturali in apparenza incolmabili.
La copertina dello spin-off
A farli incontrare sono due simboli del passato, un uovo Fabergé e un carteggio che non deve finire nelle mani sbagliate. A tenerli uniti, loro malgrado, un sentimento che non può e non deve nascere, negato, soffocato dal dovere e dagli ideali e destinato a non vedere l’alba del cambiamento.
Elena e Dimitri sono gli emblemi di due mondi inconciliabili, le due facce della rivoluzione, ma anche la personificazione di una Russia immensa, non sempre decifrabile in cui bene e male si confondono ai piedi della Storia, madre degli uomini che con una mano accarezza il passato, con l’altra afferra il futuro. 

Nota dell'autrice: Il Palazzo d’Inverno nasce dal mio grande interesse per la storia e la lingua russa, che cerco di coltivare nel tempo libero. E’ un romanzo d’amore, ma anche di ribellione. Quest’ultima, infatti, è la parola chiave che accompagna le vicende e i personaggi dall’inizio alla fine.
La ribellione alla politica del tempo, a un mondo in declino, ma anche alla società e alle convenzioni. I protagonisti, Elena e Dimitri, sono due ribelli, benché le loro posizioni di partenza siano opposte e gli obiettivi diversi.
Elena è costantemente in bilico tra il dovere e la voglia di libertà, una donna “irrisolta”, incompleta, sospesa tra passato e futuro, tra gli uomini che le hanno dato solo un riflesso d’amore e il ragazzo che vuole donarle tutto se stesso.
Dimitri vuole un mondo più giusto, non conosce mezze misure, la sua rivoluzione è totale, assoluta, orientata contro quello che lui reputa “il demone del potere zarista”, ma questo lo porta a un tipo di ribellione che anela all’utopia, all’impossibile.
Entrambi i personaggi tendono verso l’infinito, l’ideale, soprattutto quando il peso della la vita li schiaccia a terra senza pietà. Sono forti pur nelle loro fragilità e posso dire di aver amato Dimitri in particolar modo, perché lui è molto più reale di quanto si pensi.


L'autrice.

Francesca Rossi è nata a Roma nel 1984 e vive a Latina.
​Dopo la laurea in "Lingue e Civiltà Orientali" presso l'Università "La Sapienza" di Roma, si trasferisce ad Alessandria d'Egitto per approfondire lo studio della lingua araba e della cultura arabo-islamica.
​Attualmente è specializzanda nel corso di Laurea Magistrale in "Lingue e Civiltà Orientali" presso "La Sapienza".
​Collabora con diversi magazine online ed è membro della "Società delle Letterate".
​Gestisce tre siti culturali: "La Mano di Fatima", dedicato al mondo arabo-islamico, "Divine Ribelli", dedicato alle grandi donne della Storia e il sito ufficiale interamente incentrato sulla figura dell'eroina francese "Angelica la Marchesa degli Angeli".

Tra le sue passioni ci sono la lettura, la scrittura, la musica e la danza del ventre.
Con La Mela Avvelenata ha già pubblicato La spada di Allah e suoi racconti sono contenuti nelle antologie Sine Tempore e 50 sfumature di sci-fi.

1 commento:

  1. Ho deciso di commentare o almeno provarci. Così per incoraggiarti, spero.
    Questo libro sembra fantastico! Sarà perché mi affascina la copertina. Oppure perché mi piacciono le storie d'amore complicatissime o anche perché è scritto da un'italiana (il che mi da speranza dato che vorrei pubblicare anch'io)...
    Comunque sicuramente sarà un libro che comprerò.Grazie mille :) Tienici informati su quando uscirà .Un bacione

    RispondiElimina