martedì 17 settembre 2013

Intervista a Camilla Demontis: giovane esordiente dal grande talento.

Eccoci qui oggi per presentarvi una giovane autrice che si sta affermando sempre di più.
Un'autrice e un'amica che ho avuto il piacere di incontrare alla premiazione del concorso Carta Bianca, in cui è presente una sua storia.
I suoi racconti, sparsi in delle antologie, sono delle piccole perle.
Un nome da non dimenticare, una scrittrice da tenere d'occhio.
Andiamo a conoscerla meglio!

Ciao Camilla, benvenuta sul Giornale del Libro.

1. Ti va di parlarci un po' di te?
Ciao Viky! Prima di tutto ti ringrazio per questa opportunità. Beh...che dire di me, ho 23 anni e studio lettere e filosofia. Ho sempre amato scrivere, sin da piccola inventavo storie che poi trascrivevo in quadernini, poi crescendo ho continuato a scrivere senza però far leggere niente a nessuno...probabilmente mi vergognavo ma col tempo ho capito che scrivere mi faceva stare bene e qual è lo scrittore che nasconde le sue storie?! 

2. Sei una giovane scrittrice esordiente. Com'è nata la tua passione per la scrittura? 
Come dicevo prima ho sempre adorato farlo, probabilmente per via della mia passione per la lettura.

3. Hai già vinto vari concorsi letterari con i tuoi racconti. Quando hai deciso di provarci davvero? 
Diciamo che alcuni miei racconti hanno passato le selezioni di certi concorsi, venendo così pubblicati all'interno di antologie. Ho deciso di provarci un giorno, mentre leggevo di un concorso su fb. Ho mandato un racconto e ho notato che i giudizi non eran poi così negativi, ho preso coraggio e ho partecipato al mio primo concorso con possibile pubblicazione...è andata bene e adesso ci sto prendendo gusto!

4. Ci vuoi parlare delle tue pubblicazioni? 
Per adesso mi son stati pubblicati tre racconti in tre antologie diverse, due pubblicate tramite il "club urban fantasy" (esattamente "Primavera a Parigi" all'interno dell'antologia "Stirpe Chimerica Vol.1" e "40 giorni nel deserto" dentro l'antologia "Il bene e il male") e una dalla regione Sardegna, "Nessuno dorme sotto il suo letto" dentro "Il clavicembalo ben temperato". Poi la casa editrice La mela avvelenata ha pubblicato una mini raccolta chiamata "Psycho Tales vol.1" con due racconti al suo interno, tra cui il mio intitolato "Ossessionata dalla follia".

5. Qual'è il tuo racconto a cui sei più affezionata? 
Istintivamente ti dico "Primavera a Parigi" perché è stato il mio primo racconto pubblicato, il primo che ho potuto leggere su carta e forse, quello che mi ha spinto a continuare a provarci. Però onestamente c'è un altro racconto a cui son più legata e che spero verrà presto pubblicato, si intitola "Eden all'inferno".

6. Ami leggere? Quali sono i tuoi libri e i tuoi autori preferiti? 
Dire che amo leggere è un po' riduttivo, diciamo più che vivo per leggere. I miei libri preferiti sono quelli della saga di Hannibal Lecter e Thomas Harris, suo autore, è il mio preferito. Vorrei fare un elenco di tutti gli altri libri che adoro ma temo che non mi basterebbero dei giorni...quindi nomino solo Hunger Games, Amabili resti e Memorie di una Geisha come altri libri preferiti e Chuck Palahniuk e Edgar A. Poe come autori. 

7. Cosa consiglieresti a chi vorrebbe iniziare a scrivere? 
Consiglierei di provarci perché scrivere serve a svuotarsi da tutte le emozioni che ci opprimono...

8. Hai qualche progetto in cantiere? 
Sì...ci sto lavorando da ormai due anni e spero tanto di riuscire a finirlo e chi lo sa...magari persino vederlo pubblicato!

9. Come ti vedi tra dieci anni? 
Come mi vedo?! Spero con un buon lavoro per mantenermi ma la sera ancora davanti al pc, con un'enorme tazza di caffè e le occhiaie, intenta a scrivere qualcosa di valido. 

10. Ci lasci con una frase tratta da uno dei tuoi racconti? 
"Le preghiere non sarebbero servite a nulla, il fuoco aveva il potere di cancellare ogni cosa. Il bene e il male avrebbero avuto lo stesso colore e non ci sarebbe stato spazio per la pietà." [40 giorni nel deserto]

L'autrice

Camilla Demontis nasce in Sardegna il 7 agosto del 1990. Si trasferisce a Cagliari dove studia nella facoltà di lettere e filosofia. Accanita lettrice scrive da sempre ma solo da qualche anno ha deciso di provare a partecipare ad alcuni concorsi letterari, grazie ai quali son stati pubblicati tre suoi racconti all'interno di altrettante antologie. Spera un giorno di veder pubblicato un libro tutto suo, nel frattempo continua a partecipare a concorsi e selezioni.

0 commenti:

Posta un commento