domenica 6 marzo 2016

Recensione di "Perfect" di Alison G. Bailey

Sono le 22:52 del 6 marzo 2016 e ho appena finito di leggere Perfect, il libro di Alison G. Bailey in uscita l'8 per De Agostini.

Le emozioni sussultano ancora fragorose dentro di me e non so quanto riuscirò a essere obiettiva. 
Questo libro mi ha sconvolto, nel più profondo del mio essere. 
Questo libro mi ha fatta piangere per quasi tutta la sua durata, questo libro mi ha fatto riflettere, questo libro mi ha emozionata incredibilmente, nella sua perfezione. 
Non so bene da dove iniziare, ne come esprimere ciò che questa lettura mi ha dato, ed è forse la prima volta.
Amanda e Noah.
Noah e Amanda. 
Loro sono i protagonisti di questo young adult.
Inseparabili sin dalla nascita, hanno vissuto ogni momento della loro esistenza insieme sin da bambini, ogni esperienza. Dalle prime ginocchia sbucciate per una caduta in bici, agli umilianti Halloween con un costume da Titti, da qui il soprannome che Noah da ad Amanda, Tweet. 
Sino a quando le prime volte diventano più serie, le emozioni, il modo di vedersi.
E se di una cosa è sicura Amanda è che ha amato Noah sin dal primo momento che ha respirato. 
Così quando Noah palesa i suoi sentimenti ad Amanda, altrettanto intensi, lei non può crederci.
Lei, che ha sempre vissuto all'ombra di una sorella perfetta, che non si è mai creduta all'altezza. Come può essere la ragazza giusta per Noah? 
La paura di perderlo diventa più forte di qualsiasi cosa e Amanda fa un passo indietro, dicendogli molteplici volte che tra loro può esserci solo un'amicizia. 
Ma in ogni parola, di ogni capitolo traspare tutto l'amore che i due provano l'uno per l'altro.
Noah, il suo cavaliere dall'armatura di plastica, sempre pronto a soccorrerla quando più ha bisogno di lui. 
Più gli anni passano, più l'amore cresce. Ma Amanda è ben convinta a tenere i suoi sentimenti chiusi a chiave nel suo cuore.
Anche a costo di morire dentro ogni volta che Noah ha un appuntamento occasionale o che scopre qualche sua relazione. 
Noah, dal canto suo, non smette di dichiarargli il suo amore e di cercare di fargli capire che è lei e solo lei la ragazza che vorrebbe avere al suo fianco.
Passano gli anni. Noah e Amanda si allontanano per brevi periodi, per poi ritrovarsi ed essere più legati di prima. 
Nel frattempo, Amanda cerca di dimenticare Noah ed entra in un circolo di relazioni sbagliate e deleterie, che non faranno che farla sentire ancora meno degna di Noah. 
Quest'ultimo intanto sembra aver trovato una compagna fissa e proprio quest'ultima chiede ad Amanda di allontanarsi per il bene di Noah. 
Amanda inizia così il college (facoltà di giornalismo tra l'altro, scelta che ho apprezzato infinitamente) e cerca di trovare ogni distrazione possibile al dolore che l'attanaglia.
Le carte vengono rimesse in tavola quanto Amanda si trova davanti al peggiore degli eventi. 
Ha un tumore.
Comincia così il lungo calvario tra operazioni, chemio e dolore.
Ovviamente al suo fianco sempre Noah, sempre in prima linea per lei.
Ma proprio nel momento peggiore, conosce Dalton, un ragazzo con un tumore al cervello in stato terminale, tra loro nasce subito un legame fortissimo. 
Sa che Noah è la sua anima gemella e possiede il suo cuore ma Dalton le mostra la vita da un punto di vista totalmente nuovo, diverso. 
Il presente è il momento perfetto. 
Il presente è il momento che va vissuto.
Amanda finalmente si sente libera di dire a Noah quello che prova, dopo tantissimi anni, apre il suo cuore e gli dice quanto immenso e profondo è il suo amore per lui. 
La vita assume un nuovo colore, bellissimo.
Tutto sembra essere così bello da non sembrar vero.
E proprio quando il pericolo sembra scongiurato, la terribile minaccia dal passato si ripresenta, ancora più spaventosa. 
La fine sembra segnata. Inevitabile. 
Ma a volte la vita, può regalare la perfezione? 
In un finale totalmente sconvolgente, in un ultimo capitolo raccontato dal punto di vista di Noah, in un turbino di emozioni. Si conclude una delle storie più belle che abbia mai letto. 
Spero di non avervi svelato troppo, sulla scia delle forte emozioni che mi invadono. 
Avrei voluto scrivere più accuratamente ma questo è un libro che puoi commentare solo con il cuore aperto.
All'inizio ero totalmente esasperata dal comportamento di Amanda che si ostinava così tanto ad andare contro il destino, poi di colpo tutto cambia. Quando meno te lo aspetti, un po' come succede nella vita reale. 
Le emozioni si rincorrono sempre più forti, le lacrime iniziano a rigare più spesso il viso. 
Questo non è un semplice libro, è un inno alla vita, è un inno all'amore.
Ti fa credere che l'amore vero, quello per cui daresti la vita per l'altro, che ti fa battere il cuore anche dopo anni di innamoramento, che ti fa superare qualsiasi avversità e ostacolo, esista davvero.
Ti dona speranza e nostalgia. 
E rimane dentro di te, indelebilmente. Ti prende un pezzo di cuore che si terrà per sempre, tutto questo e molto di più è Perfect. 
Vorrei davvero riuscire a rendere onore al meglio a questo libro, forse non ne sono in grado, forse sono un po' come Amanda che si sente inadeguata. 
Io non mi sento degna di recensire questo libro, ma mi sento in dovere di consigliarvi con tutta me stessa di leggerlo. 
Chi mi segue, sa che sono solita trascrivere le frasi che più mi hanno colpito, in questo caso ho dovuto farlo con gran parte del libro.
Ci sono frasi, citazioni, pensieri che ti entrano nella pelle. 
Nei prossimi giorni farò vari approfondimenti su questa storia, ora eccovi le mie impressioni a caldo.
Spero di avervi emozionato e incuriosito almeno un po' e che vogliate condividere con me le vostre impressioni quando lo leggerete. 
Auguro a tutti una #Perfect lettura. 


2 commenti:

  1. Carissima, non hai idea dell'emozioni che le tue parole trasmettono, e di ciò che questo libro ti ha trasmesso, sono ansiosa di poterlo leggere, grazie di cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio immensamente per seguirmi, per tutto quello che fai e per quello che mi hai detto :)
      Grazie di cuore a te!

      Elimina